Articolo



Arrivare secondi senza saperlo



E' proprio così, non è una presa in giro, ma la triste realtà. Ma andiamo per gradi...
Tutto è iniziato venerdì 14 gennaio 2005 con il treno Intercity delle 15:30 per Pisa centrale. Io (aka greybear) e mio figlio Federico (aka c3po) siamo partiti baldanzosi in treno dopo la brutta avventura dell'anno scorso con in valigia due bei robot collaudati e funzionanti, come da copione.
Siamo arrivati a Pisa (con una ora di ritardo) e pian pianino a piedi ci siamo avviati in albergo dove Raffaello era già arrivato dato che il suo treno "nordico" non è arrivato in ritardo.

Abbiamo cenato in un tranquillo ristorante sul lungarno di Pisa insieme ai simpatici Fabrizio Del Corso di Fare Elettronica e Soulman con i quali abbiamo passato una divertente serata accompagnati dai tragicomici racconti vissuti di Soulman che colpito inesorabilmente dalla sfiga ha bucato mentre veniva all'appuntamento.

Tutti a letto presto (00:30) pronti per affrontare la sfida del giorno dopo. Io in particolare per la presentazione dei robot cacciatori di palline.

15 gennaio 2005, il giorno è arrivato. Di corsa a lavarci, fare colazione e partire con un taxi per la scuola. Riusciamo ad arrivare primi!!! Anche primi dei professori, Pazienza, ci facciamo aprire ed iniziamo le prove nei ring da minisumo Tre!!! allestiti dalla scuola.

Lo sapevo!!! Hulk è affetto da cecità fulminante come l'anno scorso. Non vede il bordo ed inesorabilmente si suicida fuori dal ring. Non contento di questo non vede neanche l'avversario dal lato sinistro.

La gente inizia ad arrivare per vedere, i contendenti iniziano a provare, gli espositori iniziano ad esporre, io smonto e rimonto Hulk ed inizio ad incazzarmi. Ho anche il cacciatore da provare.

Adesso ricordo, se un occhio laterale fa il matto anche i sensori del bordo rimangono inchiodati. Rismonto tutto e verifico di nuovo. Si, è proprio un sensore, provo a cambiarlo con uno di Raffaello (aka Vegekou) ma è tutto come prima. Rismonto tutto, forse è un falso contatto sulla millefori. Non trovo niente, rimonto senza avvitare a fondo: FUNZIONA!!!
Ma la sfiga non è contenta e si scolla il pacco batterie. Pazienza, per fortuna ho un elastico e metto tutto a posto alla buona, l'importante è partecipare.
Ma la sfiga non è contenta, vuole fare il colpo doppio e ci riesce benissimo. Arriva R2D2 con il campo dei cacciatori di Luciano ma appena fa per posarlo si ricorda di essersi dimenticato il robot di Luciano. Non vorrei essere nei suoi panni, sono già abbastanza demoralizzato.

Hulk per fortuna adesso sembra andare, iniziano le gare, Federico prende il robot e parte per la sfida "tutti contro tutti". Io inizio a verificare il robot cacciatore giusto per scrupolo, prima di andare a fare foto e filmati delle gare.
Lo metto in terra, ma si muove strano, forse sarà il linoleum della palestra. No, non è il linoleum, boh? Lo metto nel campo per provare, la gente è curiosa, i bambini ancora di più nel vedere le palline colorate. Io spiego ma il robot non dà ragione alle mie parole, fa quello che gli pare.
Inizia una ricerca guasti insieme con R2D2. Alla fine raggiungiamo allo stesso punto: è rotto il 7400, ma non basta, anche il ballcaster plastico si è inchiodato. Da dietro gli spettatori si levano urla, qualcuno sta vincendo nelle gare di minisumo. Beati loro, la gente continua a fare domande ed io a spiegare dicendo però che il comportamento del robot non è corretto per via del guasto (e della sfiga). R2D2 va alla ricerca del componente, io continuo a cercare una soluzione alternativa ma non ci riesco, la gente continua a domandare ed io a rispondere senza poter poi dimostrare un bel niente.
R2D2 ci è riuscito, si è fatto regalare un 7400. Lo montiamo subito e proviamo, gli spettatori continuano ad urlare e qualcuno a vincere. Eccolo, che bello funziona!! Arriva anche un giornalista de Il Tirreno. Il robot? Jella!! Non funziona più. Si è rotto di nuovo il 7400. Anche il giornalista si dovrà cibare la solita storia del funzionamento senza dimostrazione.
Vabbè!! Chi se ne frega. Lascio tutto e vado verso il campo da minisumo almeno vedo qualcuno contento di vincere. Domando chi sono i finalisti: WOW sono Federico e Raffaello (il milanese, scriveranno su Il Tirreno).
Vorrei non vedere data la jella che mi sto portando addosso, ma non ce la faccio. E faccio male!! Due incontri riesco a guardare e due sconfitte di Hulk vedo.

Ma non me ne importa niente: non so come ma Hulk è secondo, e questo mi basta.

Una cosa però è certa, da domani la parola d'ordine sarà BROMOGRAFO.

Dimenticavo.... Questo anno oltre ai premi (interessanti, specialmente la stazione saldante professionale) degli sponsor della scuola, si sono aggiunti anche quelli offerti dal Dipartimento Informatico dell'Università di Pisa. Primo premio del valore di 3.200 euro (Visual Studio .NET Enterprise Architect), secondo premio Office2003 con tre licenze e vari libri Microsoft di programmazione C# e Framework, terzo premio? Boh, qualcosa di simile al secondo.

E poi ultimo ma non come importanza il mitico pranzo tra robottari offerto dalla scuola e foto di gruppo con lo staff dei professori della scuola.

A presto alla prossima (senza sfiga spero)...


Slide Show


<-- back




Questo sito fa uso di cookies. Se non sei daccordo con l'uso di questi non proseguire la navigazione in questo sito. http://www.aboutcookies.org

All news

Google site search
imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage

Top Ten
wall-G cacciatore1 cora cosasonoidatasheet beaminpillole milsemillimetri teoservi identificazionedeitransistor servolin pulibot
TECHNO-RING










gammitalia.org



Locations of visitors to this page


Do NOT follow this link or you will be banned from the site!Do NOT follow this link or you will be banned from the site!