Articolo


Torneo Minisumo Von Neumann




Primo Torneo Minisumo Von Neumann 24 Apr 2004

Roma 24 aprile2004. E' sabato, giornata brutta, forse pioverà. Salgo in macchina con i miei due figli Federico e Hulk (il robot) più l'amichetto di Hulk, Speeder (l'altro robot) ed il ring da minisumo.
Andiamo a disputare il nostro terzo torneo, dopo quello di Pisa, ma questa volta a due passi da casa all'Istituto Von Neumann del quartiere di San Basilio.
Arriviamo alla scuola, una specie di oasi nel verde tra le case basse e le palazzine di un quartiere a molti sconosciuto. Ma si sa, Roma è grande.
L'impressione è buona e appena entriamo alle 8:30 troviamo già tutti intenti a provare i robot Explorer. Ci assegnano una zona semichiusa, ottima per i combattimenti e poso il mio ring, ormai il ring ufficiale da gara. E' pronto anche il ring di Raffaello che ha curato l'organizzazione del torneo insieme al prof. Paolo Torda, noto agli addetti ai lavori e che ci ha gentilmente offerto questa possibilità di incontro.

Visito il laboratorio al piano di sopra. Ci sono gli studenti del Von Neumann con i loro primi due robot da minisumo. Sembrano martiri kamikaze, si suicidano continuamente buttandosi a turno fuori dal ring. I progettisti sono stremati, non sanno più cosa fare, qualsiasi modifica sembra peggiorare le cose. Poi per fortuna si accorgono che tutto dipendeva dalle batterie semiscariche. Le cambiano e fanno le ultime modifiche ai loro robot. Dimenticavo: si chiamano “Ferarino R.” e “Diabolik MS”. A vederli non scommetterei un euro su di loro, ma l'abito non fa il monaco...
Scendo giù con Raffaello e Federico ed iniziamo a preparare il nostro spazio, sistemiamo tutto e per le 10:00 come da programma siamo pronti.

Iniziano le prove di qualificazione con il cubo. Blue Devil è il miglior tempo (ricordatevi l'abito...)
Hulk ed i robot della scuola non hanno dei buoni tempi.
Si compila il foglio con i nomi dei robot, il peso e le dimensioni e si parte. I più temuti sono Speeder (primo a Monterotondo) e Blue Devil (dello stesso tipo) in tecnologia beam non programmabili, ma non per questo meno temibili. Ci alterniamo al cronometro visto che non abbiamo un giudice ufficiale ed iniziamo gli scontri.
I robot sono abbastanza veloci ed i combattimenti rapidi. Raffaello ha munito NX-01 di sensore posteriore (GRRRRRR...) e questo elimina il mio Hulk in due round in brevissimo tempo. Ma anche Blue Devil subisce la stessa sorte (hehehe...). Speeder non sembra questa volta di essere all'altezza della situazione anche se reagisce bene. I robot Ferarino e Diabolik invece tra un tuning e un altro invece crescono in affidabilità e piano piano iniziano a farsi spazio. Diabolik inoltre è in tecnologia stealth tanto che riesce a vincere contro Speeder malgrado sia abbastanza malconcio. Ferarino invece tra un impuntamento della benna posteriore (poi rimossa dal progettista e gettata alle ortiche) ed un impuntamento del software, tiene ancora.

Alla fine escono i quattro finalisti: Ferarino, Hulk, NX-01 e Speeder (temutissimo).

Iniziano le eliminatorie per i primi tre posti. I robot combattono sempre più spesso in tre match, segno che sono agguerritissimi. NX-01 sembra aver perso sensibilità al sensore posteriore e quindi perde qualche match, ma poi recupera. Speeder viene eliminato faticosamente da Hulk che si aggiudica il terzo posto con un pizzico di fortuna (fortuna? Una prerogativa del beam è proprio quella di non avere un comportamento lineare e prevedibile e quindi di adottare strategie casuali che a volte si rivelano vincenti).
Ferarino e NX-01 si giocano il primo e secondo posto. Al primo incontro vince NX-01, al secondo vince Ferarino. Inizia un tifo da stadio per Ferarino, la scuola si sta giocando un sogno. Inizia il terzo incontro, NX-01 non rivela Ferarino con il sensore posteriore e perde un'occasione. Ferarino gira, i due hanno qualche scaramuccia ma poi Ferarino lo prende di lato e NX-01 soccombe tra un urlo assordante degli spettatori che, non paghi della vittoria, prenderanno poi con la forza il prof. Torda per lanciarlo in aria più volte in allegria (e con molta fatica) come fosse una star del rock.

Alla fine, terminate tutte le prove, c'è stato il momento atteso da tutti: LA PREMIAZIONE.
Alla presenza del preside della scuola e del Presidente del V Municipio Caradonna tutti i vincitori vengono premiati con coppa e premio “tecnologico”.
L'allegria ed il divertimento è stato tanto, pari a quello di Pisa e devo dire che sono stato gratificato dal vedere la passione dei ragazzi per questo hobby. Una passione che per me ha dovuto aspettare quasi trent'anni dato che una volta non era facile trovare tutti i componenti necessari per costruire un robot. Anzi, alcuni neanche erano stati inventati.

... visto da Federico


È stata davvero emozionante la 1a robofesta della scuola Von-Neumann a S. Basilio. Forse per me è stata la più bella robofesta perché è stata molto competitiva, non solo per i minisumo, ma anche per gli explorer junior e senior.
Quando sono arrivato alla scuola mi sono messo in cerca di Raffaello che era nel laboratorio dove i ragazzi della scuola stavano facendo gli ultimi e decisivi ritocchi. Io mi sono detto che questi sarebbero stati dei robot fortissimi ma non è stato così (l’abito non fa il monaco).
Infatti in un primo momento i robot della scuola sembravano essere facili avversari da battere. Diabolik MS è rimasto debole, mentre Ferarino R., si è rifatto tanto da arrivare a battere Hulk, NX-01 e i 2 sumovore (speeder e blu devil). Blu Devil è stato una nuova entrata (infatti non disputò le gare ne a Monterotondo ne a Pisa perché allora non esisteva) e non è stato  nemmeno molto potente infatti ha ottenuto solo 1 vittoria. Hulk ha sorpreso tutti per la sua potenza, ha sconfitto Speeder come se niente fosse, grazie alla sua mini paletta anteriore e credo sia stato il robot con meno problemi tecnici di tutti (i robot minisumo, ovviamente). NX-01 ha avuto problemi tecnici ma nonostante tutto è riuscito ad ottenere il 2° posto in classifica. Strano ma vero il campione di Monterotondo Speeder ha perso “un sacco” di scontri e ragion per cui non non è arrivato in una bella posizione.
Si è deciso di far disputare ben 2 gironi ma non uguali: nel primo hanno gareggiato tutti i minisumo partecipanti, nel secondo hanno gareggiato solo i robot che avevano ottenuto più vittorie.
Nel primo girone  c’è stata un pochino di confusione perché Raffaello aveva scritto doppi incontri che non si dovevano fare però poi grazie all’aiuto di uno studente della scuola è stato sistemato tutto.
Molta gente ha assistito alle gare della categoria minisumo, forse più della categoria degli explorer.

Alla fine la classifica è stata la seguente:
Ferarino
NX-01
Hulk
Speeder
Pari merito: Blu Devil e Diabolik MS

Alla fine i primi 3 concorrenti (tra cui io) sono stati premiati dal presidente del 5° municipio Caradonna.



Slide Show

<-- back




Questo sito fa uso di cookies. Se non sei daccordo con l'uso di questi non proseguire la navigazione in questo sito. http://www.aboutcookies.org

All news

Google site search
imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage

Top Ten
wall-G cacciatore1 cora cosasonoidatasheet beaminpillole milsemillimetri teoservi identificazionedeitransistor servolin pulibot
TECHNO-RING










gammitalia.org



Locations of visitors to this page


Do NOT follow this link or you will be banned from the site!Do NOT follow this link or you will be banned from the site!