Articolo



Torneo Minisumo ROMA
1 giugno 2006



Anche questo anno il Pacinotti chiude tutte le robofeste organizzate dalle scuole italiane. E' la sesta robofesta che organizza ed io non posso mancare, visto che a parte Pisa non ho avuto la possibilità di partecipare alle altre robofeste. Questo anno non eravamo in molti. Io, il Von Neuman e il Pacinotti per un totale di 6 robot ma in compenso abbiamo avuto l'onore di competere con la Bielorussia. Ok, ho esagerato un po'. In realtà uno studente del Von Neumann è di origine Bielorussa e questo ha reso la competizione un po' particolare. E' lui che ha preso in mano le redini dell'organizzazione degli incontri e con l'accordo un po' di tutti è stato deciso per la divisione in due gironi di tre robot con scontro di andata e di ritorno e poi in base al punteggio scontro diretto finale per i primi tre posti. In questo modo abbiamo contenuto il numero degli scontri snellendo la competizione e ci siamo potuti anche godere i tornei di Explorer e Robocup che si svolgevano in contemporanea al nostro Minisumo.

Questo anno c3po non ha potuto partecipare per gareggiare con Zeus e questo ha portato qualche conseguenza negativa. La prima è che mi sono dovuto improvvisare stratega sul campo, la seconda è che non ho avuto la possibilità di portare in campo, cosa che ha penalizzato un po tutti. Il campo messo a disposizione dal Pacinotti è del vecchio tipo in formica nera e come tutti sappiamo la formica riflette molto la luce ed in pratica i robot (tarati quasi tutti per un campo di legno verniciato con nero opaco) hanno avuto qualche difficoltà a distinguere tra il nero del campo ed il bianco del bordo. Cosa che ha fatto si che diversi robot (anche i più blasonati) si suicidassero a turno buttandosi fuori da soli. Inoltre essendo più scivoloso faceva si che le ruote in uretano non facessero poi tanta presa.

Gli scontri sono stati comunque a buon livello e con grande suspense grazie al notevole salto di qualità fatto dagli studenti del Von Neumann. I robot del Pacinotti purtroppo hanno avuto qualche problema (hardware e software) che li ha penalizzati fortemente facendoli uscire abbastanza presto dalla competizione. Peccato, perchè non se lo meritavano.

Come ho detto precedentemente gli scontri sono stati molto bilanciati e solo all'ultimo scontro Zeus ha avuto la meglio sul robot Tenzeppo. Mstislavl invece ha avuto la sfortuna di dover combattere con entrambi e questo lo ha penalizzato anche a causa di qualche scelta tattica sbagliata. Eh si, la tattica conta moltissimo quando i robot sono alla pari in potenza e stabilità ed è stata proprio la tattica a far vincere Zeus che si è rivelato in questo torneo un po' meno all'altezza della situazione rispetto alle altre volte. L'ultimo scontro infatti è stato al cardiopalma con Tenzeppo che lo incalzava costantemente prendendolo di fianco e lui che si divincolava cercando di sfuggire alla presa. Fortunatamente alla fine è riuscito a sganciarsi ed a speronare lui Tenzeppo nella vicinanza del bordo spingendolo finalmente fuori dal ring, guadagnando il primo posto.

La classifica è stata quindi la seguente:

1° ZEUS
2° TENZEPPO
3° MSTISLAVL



Slide Show

<-- back




Questo sito fa uso di cookies. Se non sei daccordo con l'uso di questi non proseguire la navigazione in questo sito. http://www.aboutcookies.org

All news

Google site search
imageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimageimage

Top Ten
wall-G cacciatore1 cora cosasonoidatasheet beaminpillole milsemillimetri teoservi servolin identificazionedeitransistor easybotchassis
TECHNO-RING










gammitalia.org



Locations of visitors to this page


Do NOT follow this link or you will be banned from the site!Do NOT follow this link or you will be banned from the site!